Barbaresco DOCG – Manuel Marinacci

31,00

Per bere il Barbaresco di Marinacci non serve un’occasione speciale, è esso stesso una grande occasione…Vi guarda dal bicchiere col suo rosso rubino brillante che, con il passare degli anni, tende all’aranciato. Bussa alle porte del naso con il suo profumo complesso ed etereo in cui emergono pulite le note di liquirizia, frutti rossi e lamponi. Esplode, infine, in bocca con la sua grande struttura ed eleganza. Asciutto, carezzevole, delicatamente tannico ma vellutato ed armonico

Non c’è che dire, un vino così deve accompagnare o meglio, deve essere accompagnato da un grande piatto. Sarà banale e scontato ma l’abbinamento con i piatti a base di tartufo bianco d’Alba è sempre il vincente. Croce (del portafoglio) e delizia (del palato) il piccolo prezioso tubero dalle leggendarie proprietà afrodisiache, narrate anche dalla conturbante Lucrezia Borgia, ben saprà esaltare la struttura e il corpo di questo bellissimo Barbaresco. Una vera unione d’amore..

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Barbaresco

Azienda

Regione

Annata

2013

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

San Rocco Seno d'Elvio- Alba (Cuneo)

Vendemmia

Manuale, nella prima metà di ottobre

Vinificazione

Vinificazione tradizionale in vasche di cemento. Macerazione medio lunga per 20/30 giorni

Affinamento

30/36 mesi in botti grandi. 6/12 mesi in bottiglia

Con gli occhi...

Rosso rubino brillante che con l'invecchiamento tende all'aranciato

Con il naso...

Sensazioni composite ed eteree. Piacevoli note di liquirizia, lamponi e frutti rossi

Con la bocca...

Dalla grande struttura ed eleganza. Asciutto e carezzevole, delicatamente tannico ma vellutato ed armonico

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

fino a 20 anni

Abbinamenti

Con piatti tipici della tradizione delle Langhe. Perfetto con piatti a base di tartufo bianco d'Alba. Ottimo con arrosti di carne, pollame nobile, selvaggina e formaggi stagionati

Qualche idea ai fornelli...

Uova in cocotte ai funghi porcini e tartufo bianco, Pappardelle al ragù d'oca, Gnocchi di patate con asparagi, noci e Robiola di Roccaverano, Tajarin con tartufo bianco d'Alba, Ravioli del Plin al sugo d'arrosto, Confrofiletto di bue brasato alle verdure, Battuta di fassona tagliata al coltello con lamelle di porcini e tartufo bianco, Petto d'anatra con salsa al vino rosso e frutti di bosco, Guanciale di vitello glassato al Nebbiolo e sformatini di cavolfiore

Il suo formaggio

Grana Padano Riserva DOP (con fettine di pere)

Pin It on Pinterest

Share This