Barbaresco DOCG “Meruzzano” 2017 – Orlando Abrigo

Barbaresco DOCG “Meruzzano” – Orlando Abrigo

Sulle splendide colline intorno ad Alba, nel cuore delle Langhe, nasce il Barbaresco DOCG Meruzzano della Cantina Orlando Abrigo. Infatti, in questo territorio si coltiva il Nebbiolo d’altitudine dal quale provengono vini forti, di carattere e molto longevi.

In Francia sono crù, in Italia si chiamano  Me.GA, ovvero Menzioni Geografiche Aggiuntive. Nella zona del Barbaresco ne sono state delimitate e regolamentate 66. Quella di Meruzzano, da cui provengono le uve di questo Barbaresco, si trova nel comune di Treiso, la parte di territorio con la maggior quota altimetrica dell’intera zona. Queste terre sono bianche, ricche di calcare, aspre e scoscese, solcate spesso da calanchi profondi, e sono le terre in cui crescono le uve del Nebbiolo.

Clicca qui per scoprire gli altri vini di Orlando Abrigo presenti nella nostra vetrina!

28,00

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Meruzzano

Azienda

Regione

Annata

2017

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Meruzzano nel Comune di Treiso (Cuneo)

Vendemmia

Manuale, a ottobre

Vinificazione

Pigiatura soffice e macerazione con bucce per circa 10-15 giorni in vinificatori che consentono il controllo della temperatura

Affinamento

Alla svinatura il vino è travasato in tonneau di rovere francese della capacità di 500 lt dove matura per 12 -15 mesi. Infine matura in bottiglia per 6/8 mesi

Con gli occhi...

Rosso granato con lievi sfumature aranciate

Con il naso...

Ricco di sentori di frutti rossi (ciliegia, ribes) e ciliegia.

Con la bocca...

Al palato si presenta compatto, con tannini morbidi che si evolvono nel tempo in sensazioni minerali.

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

10/15 anni

Abbinamenti

Con primi piatti saporiti, carni rosse, grigliate di carne e formaggi

Qualche idea ai fornelli...

Tagliolini al tartufo bianco, Gnocchi di zucca con ragù di coniglio, Tagliatelle con julienne di filetto, porcini e Castelmagno, Gnocchetti con fonduta, Tortelli di cardi su fonduta di Raschera, Pappardelle con ragù di cinghiale, Fettuccine con ragù d’anatra e funghi, Filetto di maiale alle nocciole, Filetto di maiale alla senape, Filetto di manzo in crosta di tartufo nero, Filetto di manzo con scaloppa di foie gras, Guancia di vitello brasata con crema di patate, Punta di petto di vitello con polenta

Il suo formaggio

Castelmagno DOP (con composta di mirtilli o mostarda d\\'uva)

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This