Barolo DOCG “Ginestra” 2014 – Aldo Clerico (ultime 3 bottiglie)

44,00

Spiccano sullo sfondo grigio di questo superbo Barolo Ginestra le impronte delle manine colorate di giallo e di arancione. Sono quelle di Martina e Melissa, figlie di Aldo e Valentina Clerico che ancora una volta danno prova di come l’amore, la passione e la competenza danno vita a grandi capolavori, come questo Barolo Ginestra dal rosso granato intenso e profondo. Al naso è intenso e persistente con note di piccoli frutti rossi, cipria, violetta e delicate sensazioni balsamiche. All’assaggio è di grande struttura e persistenza, i suoi tannini sono fitti e compatti e il finale è lungo, persistente ed elegante.

Il Barolo Ginestra è un omaggio alla vita e all’amore, la manina arancione della “grande” Martina si avvicina a quella gialla della piccola Melissa, ultima arrivata di casa Clerico. La dedica di mamma e papà completa il messaggio: “quando le mani di Martina e Melissa si intrecciano tutto cambia”. Un regalo dolcissimo per queste due splendide bambine, un vino eccezionale per noi adulti per ricordare che l’amore in ogni sua forma sa davvero cambiare le nostre vite. Come la potente piccola ginestra, da cui prende il nome, delicato fiore giallo già cantato da Giacomo Leopoardi che resiste al fuoco e alla lava del vulcano, grande simbolo di speranza per tutta l’umanità. Un vino da assaporare e su cui riflettere.

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Barolo Ginestra

Azienda

Regione

Annata

2014

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Monforte d'Alba (Cuneo)

Vendemmia

Manuale, seconda decade di ottobre

Vinificazione

Fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio inox per 15/20 giorni, con controlli della temperatura e rimontaggi

Affinamento

In barriques e botti di rovere per 24 mesi e ulteriori 12 mesi in bottiglia

Con gli occhi...

Rosso granato intenso e profondo

Con il naso...

Intenso e persistente. Sensazioni floreali, cipria, violetta e frutti rossi. Le note del rovere regalano cremosità e complessità. Note fruttate e balsamiche

Con la bocca...

Grande struttura e persistenza, finale elegante. Note di liquirizia e violetta. Tannino fitto e compatto che tende ad addolcirsi con l’affinamento

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

15/20 anni

Abbinamenti

Con carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati

Qualche idea ai fornelli...

Vol-au-vent con fonduta di Raschera e noci, Flan di verdura con fonduta e tartufo, Battuta di fassona al coltello con funghi porcini, Uovo pochè con spinaci e pancetta croccante, Agnolotti piemontesi al sugo d’arrosto, Crema di zucca con crostini allo zenzero, Tagliatelle al ragù bianco di selvaggina, Brasato di manzo al Nebbiolo, Costata di bue con giardiniera di verdure, Sella di coniglio farcita con verdure di stagione, Straccetti di manzo al Roquefort, Filetto di maiale con prugne caramellate

Il suo formaggio

Raschera DOP (con miele di tiglio)

Pin It on Pinterest

Share This