Seleziona una pagina

Barolo DOCG Serralunga 2015 – Aldo Clerico

40,00

Il giovane Aldo Clerico ci ha da tempo abituato a grandi vini rossi, tipici del territorio delle Langhe ed inconfondibili nelle loro caratteristiche uniche ed inimitabili. Affascina al primo sguardo con il suo rosso granato intenso e profondo. Al naso stupisce per la sua complessità olfattiva, intensità e delicata persistenza; le note predominanti sono floreali, di violetta, di cipria e di piccoli frutti rossi del bosco, arricchite da una piacevole sensazione balsamica. Il sorso è di grande struttura e persistenza con un lungo finale elegante che porta con sé note di liquirizia e fiori. La trama tannica è ben fitta e compatta con tendenza ad addolcirsi durante l’affinamento.

Si fa presto a dire Barolo! Il disciplinare di produzione del Barolo DOCG approvato ed entrato in vigore nel 1980 prevede all’articolo 3, indicante la zona di produzione delle uve, che gli unici Comuni da cui devono provenire le uve per diventare Barolo sono: Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba, Monforte d’Alba, Novello, La Morra, Verduno, Grinzane Cavour, Diano d’Alba, Cherasco e Roddi. Accanto ai nomi di queste località esistono, inoltre, delle piccole realtà, nominati “cru”, piccole zone delimitata e matrici di vini di gran pregio, tra cui, solo per citarne alcuni, Bussia, Cannubi, Marenga, Monfalletto e Serralunga. E proprio con il Barolo DOCG Serralunga di Aldo Clerico vogliamo deliziare il vostro palato. Da provare!!!

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Barolo Serralunga

Azienda

Regione

Annata

2015

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Vigneti nel comune di Serralunga d’Alba – Cuneo

Vendemmia

Manuale, seconda decade di ottobre

Vinificazione

Fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio inox per 15/20 giorni, con controlli della temperatura e rimontaggi

Affinamento

In barriques e botti di rovere per 24 mesi e ulteriori 12 mesi in bottiglia

Con gli occhi...

Rosso granato intenso e profondo

Con il naso...

Intenso e persistente. Sensazioni floreali, cipria, violetta e frutti rossi. Le note del rovere regalano cremosità e complessità. Note fruttate e balsamiche

Con la bocca...

Grande struttura e persistenza, finale elegante. Note di liquirizia e violetta. Tannino fitto e compatto che tende ad addolcirsi con l’affinamento

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

15/20 anni

Abbinamenti

Con carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati

Qualche idea ai fornelli...

Vol-au-vent con fonduta e tartufo bianco, Tonno di coniglio, Filetto crudo di fassona all’albese con verdure croccanti di stagione, Risotto al Nebbiolo mantecato con Toma piemontese, Agnolotti del plin con burro di Langa e salvia, Agnolotti con sugo d’arrosto, Tajarin all’uovo con ragù bianco di cortile, Gran bollito misto con le sue salse, Tartare di fassona piemontese con grani di senape e crostoni di pane croccante, Stufato di bocconcini di manzo al barolo con polenta

Il suo formaggio

Raschera DOP (con miele di tiglio)

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This