Dolcetto d’Alba DOC- Manuel Marinacci

11,00

Se volete trascorrere un tranquillo e rilassante pranzo domenicale concedendovi una meritata coccola vi consigliamo il Dolcetto d’Alba di Manuel Marinacci. Vi affascinerà con il suo rosso rubino intenso con riflessi violacei, vi sorprenderà con i suoi profumi ampi e fruttati tra cui risaltano note di ciliegia. Vi conquisterà, infine, all’assaggio per il suo buon corpo, per il suo equilibrio tra sapidità e morbidezza e da ultimo per il leggero finale di mandorla.

Considerato – a ragione- uno dei vitigni principi delle Langhe, il Dolcetto deve il proprio nome all’elevata concentrazione di zuccheri dei suoi frutti che, infatti, venivano consumati anche sulle tavole. Agli inizi del 1900 il Dolcetto veniva utilizzato per le terapie a base d’uva (precursore della moderna ampeloterapia) proprio per le sue proprietà depurative e disintossicanti. E anche oggi possiamo garantire che questo Dolcetto d’Alba è un vero toccasana per lo spirito, la mente e il cuore!

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Dolcetto d'Alba

Azienda

Regione

Annata

2015

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

San Rocco Seno d'Elvio- Alba (Cuneo)

Vendemmia

Manuale, nella prima metà di ottobre

Vinificazione

Vinificazione tradizionale in rosso, 7 giorni di macerazione

Affinamento

6 mesi in acciaio

Con gli occhi...

Rosso rubino intenso con riflessi violacei

Con il naso...

Ampio, fruttato con nette sensazioni di ciliegia

Con la bocca...

Asciutto, di buon corpo, sapido e vellutato. Leggero retrogusto di mandorla

Temperatura di servizio

18 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

7/8 anni

Abbinamenti

Con salumi, arrosti e carni bianche. Formaggi molli o semi stagionati

Qualche idea ai fornelli...

Tajarin con asparagi, speck e porcini, Cappellaci di patate con tartufo bianco, Agnolotti al ragù di cortile, Tagliolini con la salsiccia di Bra, Crema di patate con guanciale di vitello, Arrosto di manzo al forno con scamorza e mortadella, Costolette di agnello in crosta di pistacchi, Tartare di fassona con tartufo bianco, Tournedos di manzo alla senape, Coniglio al forno con erbe aromatiche, Galletto al forno con patate

Il suo formaggio

Raschera DOP (con mostarda di pomodori verdi)

Pin It on Pinterest

Share This