Ghemme DOCG 2015- Torraccia del Piantavigna

Quando un vitigno fiero e nobile come il Nebbiolo incontra il gioioso e vibrante vitigno autoctono della Vespolina, non potrà che accadere qualcosa di meraviglioso; i successivi 48 mesi (ben 4 anni) di affinamento in botti di rovere francese e sloveno completano il capolavoro. Ed ecco a voi il Ghemme DOCG di Torraccia del Piantavigna un vino dal color rosso rubino con riflessi aranciati che tenderanno ad accentuarsi con l’invecchiamento (e anche lui come il suo compagno Gattinara può fare una lunga strada). I profumi sono eleganti e legati ai fiori, in particolar modo alle viole e alla frutta matura, mentre all’assaggio disvela tutta la sua potenza e il grande equilibrio di un vino capace di regalare forti emozioni.

Ai piedi delle Colline Novaresi, lungo la strada che collega Novara alla Valsesia incontriamo il bel comune di Ghemme, piccola cittadina di circa 3.000 abitanti, che dà il nome anche all’omonima denominazione DOCG. Un paese noto oltre che per il vino, anche per un’altra specialità gastronomica: le Beatine di Ghemme, piccoli biscotti dorati dalla forma umana preparati e cucinati in onore della Martire cristiana Panacea. Secondo la tradizione questi piccoli dolci, oggi riconosciuti come P.A.T., venivano preparati nel mese di maggio proprio in occasione della Fiera della Beata; i fedeli potevano acquistare il sacchettino di biscotti e portarli poi presso il sepolcro della Beata per riceverne la benedizione. Ed ecco dunque che la piccola Ghemme vi porta in dono vino e biscotti!!

30,00

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Ghemme DOCG

Nome

Ghemme DOCG Torraccia del Piantavigna

Azienda

Regione

Annata

2015

Volume

Tipologia

Formato

750 ml

Uvaggio

,

Luogo di Produzione

Vigneti in località Punciön. nel territorio di Ghemme (Novara)

Vendemmia

Manuale, nella seconda metà di ottobre

Vinificazione

Tradizionale vinificazione in rosso con macerazione delle bucce, seguita da fermentazione malolattica

Affinamento

Minimo 48 mesi in botti di rovere francese di Allier di medie dimensioni e grandi botti di rovere Sloveno. Successivi 6 mesi in bottiglia prima della messa in commercio

Con gli occhi...

Rosso rubino tendente all'aranciato con l'invecchiamento

Con il naso...

Fine ed elegante. Note di viola

Con la bocca...

Asciutto, di grande struttura e con retrogusto leggermente amarognolo

Temperatura di servizio

16/18 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

15/20 anni

Abbinamenti

Con piatti a base di carni rosse, brasati, cacciagione, formaggi ben stagionati

Qualche idea ai fornelli

Carpaccio di manzo con tartufo nero estivo, Flan di asparagi al burro fuso e parmigiano, Risotto allo zafferano con ossobuco, Tagliatelle al ragù bianco di coniglio al rosmarino, Riso Carnaroli al Nebbiolo e Toma di Valsesia, Costata di Fassona alla brace, Punta di petto di vitello con porcini e sformato di patate, Scaloppe di fois gras d'anatra e mele caramellate, Lumache in guazzetto, Faraona arrosto con ratatouille di verdure, Brasato al vino rosso con patate al forno

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This