Isola dei Nuraghi IGT “Oirad”- Ferruccio Deiana

33,00

Un vero nettare degli Dei questo Oirad dal colore del sole caldo e brillante di Sardegna. Inebriante nei suoi profumi di fiori intensi e gradite note aromatiche di miele d’acacia,datteri e mandorle. All’assaggio è dolce, morbido, armonico e piacevole. Le uve – Moscato bianco, Malvasia bianca e Nasca in parti uguali, vengono raccolte surmature dalla pianta e dopo la vinificazione in acciaio e sosta in barrique per un paio di mesi, l’Oirad è pronto per regalarvi grandi emozioni. Per accompagnare importanti formaggi erborinati. Per esaltare la dolcezza dei dessert nei fine pasto. Da solo per una serata di meditazione.

In onore alla tradizione consigliamo di abbinare questo dorato Oirad alle famose seadas, dolce diffuso in tutta la Sardegna, preparato principalmente con formaggio di pecora, scorze di limone avvolto in una pasta di semola poi fritta e ricoperta di miele. La ricetta di questo, non molto dietetico, dolce risale alla notte dei tempi, ne troviamo un assaggio in grandi testi classici come il “Satyricon” di Petronio e il “De re Coquinaria” di Apicio. Dall’antichità ai tempi moderni  nulla è cambiato, e oggi una buona calorica Seada accompagnata da un calice di Oirad rende più dolce la giornata

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Oirad

Azienda

Regione

Annata

2015

Volume

Formato

375 ml

Tipologia

Uvaggio

, ,

Luogo di Produzione

Vigneto di 2 ettari in localita Su Leunaxi

Vendemmia

Manuale, nella seconda decade di settembre

Vinificazione

Diraspatura e successiva soffice pigiatura con breve macerazione a temperatura controllata

Affinamento

In serbatoi di acciaio per 3-4 mesi e 45 giorni in caratelli di rovere

Con gli occhi...

Giallo oro brillante

Con il naso...

Profumi floreali intensi con note aromatiche di miele e mandorle

Con la bocca...

Dolce, morbido, armonico e piacevole

Temperatura di servizio

12 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

7/8 anni

Abbinamenti

A fine pasto con formaggi erborinati e con dolci secchi; vino da meditazione

Qualche idea ai fornelli...

Seadas con miele, Crostata ai frutti di bosco, Strudel di mele, Torta con crema di ricotta e fragole, Tarte tatin di noci e pere, Torta cioccolato e pistacchi, Crostata cocco e ricotta, Crostatine di fichi e mascarpone, Tortino al miele e mandorle

Il suo formaggio

Pecorino sardo erborinato (con confettura di mirto)

Pin It on Pinterest

Share This