Chablis 1er Cru Vosgros 2020- Jean Pierre et Alexandre Ellevin

C come Chardonnay, C come Chablis. Un’equazione matematica perfetta che ben conoscono Jean-Pierre e Alexandre Ellevin, fondatori e gestori dell’omonimo Domaine nel cuore della Borgogna, patria di grandi vini. E proprio qui a Chichée dans l’Yonne, un paesino di circa 300 abitanti, che nel 1975 Jean- Pierre inizia la sua avventura e decide di dedicare la propria vita alla produzione di eccellenti Chablis. Come questo 1er Cru Vosgros dal seducente giallo paglierino con luminosi riflessi dorati, dal naso spiccatamente aromatico con evidenti note di fiori bianchi. In bocca manifesta tutta la sua bella struttura manifestando un grande equilibrio tra la sua rotondità e la bella acidità. Finale lungo, persistente e piacevolmente minerale.

Lo Chablis è il più rinomato e conosciuto vino bianco della Borgogna, con alle spalle una storia millenaria che racconta di antichi romani (eh già lo Chardonnay in Francia lo abbiamo portato noi) e di monaci delle locali abbazie dediti alla coltivazione delle vigne e alla produzione di grandi vini. Lo Chablis, secondo la legislazione vitivinicola francese, viene classificato in Petit Chablis, Chablis, Chablis 1er Cru e Chablis Gran Cru.  I vigneti di denominazione Chablis Premier Cru sono 40, tuttavia solamente 12 di questi rientrano in quelli di maggiore prestigio: Beauroy, Côte de Léchet, Fourchaume, Les Fourneaux, Mélinots, Montée de Tonnerre, Montmains, Monts de Milieu, Vaillons, Vaucoupin, Vaudevay e Vosgros. Ed eccolo qui il nostro Vosgros di Ellevin, un vero fuoriclasse…

30,00

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Appellation Chablis 1er Cru Controlèe

Nome

Chablis 1er Cru Vosgros

Azienda

Regione

Annata

2020

Volume

Tipologia

Formato

750 ml

Uvaggio

Luogo di Produzione

Vigneti situati a Chichée dans l'Yonne (Borgogna, Francia)

Vendemmia

Manuale, nel mese di settembre

Vinificazione

Vinificazione tradizionale in bianco, acciaio

Affinamento

8/12 mesi

Con gli occhi...

Giallo paglierino intenso con riflessi dorati

Con il naso...

Caratteristico, espressivo ed intenso. Note di fiori bianchi e grande freschezza aromatica

Con la bocca...

Ottima struttura per un perfetto equilibrio tra morbidezza ed acidità. Finale lungo, persistente e gradevolmente minerale

Temperatura di servizio

12/14 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

5/8 anni

Abbinamenti

Ottimo con secondi piatti a base di carni bianche, pesci delicati e crostacei. Perfetto con le lumache e con i piatti della cucina tradizionale francese

Qualche idea ai fornelli

Insalatina di polpo su crema di patate, Sformatino di asparagi con crema di parmigiano, Tartare di salmone e mela verde, Mozzarella in carrozza con crema di basilico, Risotto al radicchio e scamorza affumicata, Risotto al Franciacorta con filetti di salmerino dorato, Tagliatelle al prosciutto di Sauris, robiola e noci, Gamberoni in sfoglia di prosciutto crudo di Parma, Pollo alla crema con champignon, Sogliola alla mugnaia con patate saltate, Astice alla catalana con puntarelle, Insalata di baccalà con carciofi croccanti, Trota marinata con insalatina di finocchi

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This