Lacrima di Morro d’Alba Superiore DOC “Castello di Ramosceto” 2016- Cantina Ma.Ri.Ca.

14,00

“Castello di Ramosceto”. Sembra il nome di una favola, l’imponente maniero in cui vivono (per sempre) felici e contenti il coraggioso principe e l’affascinante – e al principio sfortunata- principessa. E invece stiamo parlando di una brillante Lacrima di Morro Superiore dal color rubino con eleganti sfumature violacee. I profumi sono fruttati e floreali con evidenti ma precise note di frutti di bosco, more, violette e rosa canina. In bocca è rotondo, intenso, fine e perfettamente equilibrato. Bel finale lungo e persistente. Non c’è che dire, un vino da favola!

Per rimanere in tema di favole e leggende, se amate il territorio non potete non apprezzare i Vincisgrassi, classico inaffondabile della cucina tradizionale marchigiana. Una ricca lasagna (amici Marchigiani non offendetevi!) con un’infinita varietà di combinazione di ingredienti a seconda della zona e delle consuetudini familiari. Questo delizioso piatto deve il proprio nome al generale austriaco Alfred von Windisch-Graetz che nel 1799 liberò Ancona dall’assedio delle truppe napoleoniche. In suo onore fu servita questa sontuosa pietanza che il generale gradì molto e che ancora oggi porta il suo nome (italianizzato!). Assaggiateli con un buon calice di Castello di Ramosceto. Il lieto fine della storia è assicurato.

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Castello di Ramosceto Superiore DOC

Azienda

Regione

Annata

2016

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Vigneti nel comune di Belvedere Ostrense (Ancona) a 250 mt s.l.m.

Vendemmia

Manuale, nel mese di ottobre

Vinificazione

Pressatura soffice delle uve. Macerazione in rosso, fermentazione a temperatura controllata. Rifermentazione con uve passite

Affinamento

100% in vasche di acciaio inossidabile per 12 mesi

Con gli occhi...

Rosso rubino con eleganti sfumature violacee

Con il naso...

Fruttato e floreale. Note di frutti di bosco, more, accenni floreali di violetta e rosa canina

Con la bocca...

Rotondo, intenso, fine e perfettamente equilibrato. Bel finale lungo e persistente

Temperatura di servizio

16-18 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

4/5 anni

Abbinamenti

Con salumi e formaggi a pasta molle. Con antipasti tradizionali e secondi piatti di carne anche accompagnati da salse delicate

Qualche idea ai fornelli...

Crema di patate con tuorlo d’uovo e tartufo nero, Passatelli con pecorino di Fossa e zafferano, Gnocchi con ragù di carne gratinati al forno, Spaghettoni cacio e pepe, Vincisgrassi, Maccheroncini di Campofilone con salsiccia, Costolette di agnello panate in erbe aromatiche, Faraona con crema di castagne, Pollo tandoori con crema all’aglio dolce, Filetto di Scottona con asparagi croccanti, Coniglio in porchetta al finocchietto selvatico

Il suo formaggio

Robiola fresca (con salsa di fichi)

Pin It on Pinterest

Share This