Langhe Rosato DOC 2018- Livio Maccagno

10,00

Il Nebbiolo non ha certo bisogno di presentazioni, il vitigno italiano forse più celebre (e celebrato) al mondo, padre di grandi vini come Barolo, Barbaresco e Sforzato, solo per citare i più noti vini rossi del panorama vitivinicolo italiano. Ma in questo caso si veste di un colore tutto nuovo, un rosato, per dar vita a un Langhe DOC dal color rosato tenue, dai leggeri riflessi ramati. Al naso si presenta elegante, intenso e complesso con note di rosa canina e pesca bianca, mentre all’assaggio è pieno, morbido ed equilibrato con una spiccata acidità e un finale lungo e persistente.

Si fa presto a dire rosa, meravigliosa, delicata e raffinata tonalità che rallegra le nostre giornate con le sue infinite sfumature, rosa pallido, rosa tenue, rosa pastello, rosa schocking e via discorrendo. Rosa è il fiocco della nascita che annuncia l’arrivo di una bimba, rosa sono i fiori di pesco raccontati dalla nostalgica voce di Lucio Battisti, “rosa” è la tonalità di un vino speciale, che rompe gli schemi e lo stretto binomio o bianco o rosso, offrendo un panorama “rosato” estremamente variegato. Per cogliere e comprendere al meglio le differenze visive tra i vini rosati guardate bene nel bicchiere e ricordate: se vedete un vino rosa tenue o rosa chiaretto sarete sicuramente al cospetto di un vino più delicato, moderatamente alcolico e di struttura elegante, mentre se bevete un vino rosa cerasuolo avrete a che fare con un vino più strutturato, potente e di corpo. Secondo voi questo rosato di Maccagno com’è?

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Langhe Rosato

Azienda

Regione

Annata

2018

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Collina San Michele, Canale -località Cavallotti

Vendemmia

Manuale, a metà settembre

Vinificazione

Pressatura e diraspatura, fermentazione alcolica a temperatura controllata

Affinamento

In vasche di acciaio inox. Affinamento in bottiglia per altri tre mesi

Con gli occhi...

Rosato tenue con leggeri riflessi ramati

Con il naso...

Elegante, intenso e complesso. Note di rosa canina e pesca bianca

Con la bocca...

Pieno, buona acidità, morbido ed equilibrato. Finale lungo e persistente

Temperatura di servizio

8-10 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

1/2 anni

Abbinamenti

Ideale come aperitivo. Con pesce crudo, crostacei, formaggi freschi e carni bianche

Qualche idea ai fornelli...

Tortino di sfoglia di verdura e maggiorana, Tartare di scampi con crema di ricotta e nocciole, Acciughe in salsa verde, Linguine con gamberi rossi e asparagi, Tagliolini con moscardini, cozze e olive taggiasche, Spaghettoni con capesante e carciofi, Testaroli al pesto genovese, Acciughe impanate e fritte, Filetto di orata al forno con patate al profumo di timo, Formaggetta alla griglia con funghi porcini trifolati, Tagliata di filetto di maialino al forno con patate, Cima ripiena alla ligure con salsa verde

Il suo formaggio

Tomino piemontese (con confettura di pomodori verdi)

Pin It on Pinterest

Share This