Valpolicella Classico Superiore Ripasso Biologico DOC 2018- Monteci

Dalla Cantina Monteci un classico senza tempo, la pura espressione del territorio che si fa vino. Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC, tutto biologico, nasce da una particolare tecnica di vinificazione che vede la perfetta sinergia dei vitigni autoctoni Corvina, Corvinona, Rondinella e Oseleta. Il risultato è un vino dal colore rosso intenso arricchito da eleganti sfumature granata; al naso si presenta fine, complesso e portentoso, con evidenti e piacevoli note di marasca e frutti del sottobosco. All’assaggio manifesta un’ottima struttura, grande equilibrio e perfetta corrispondenza gusto olfattiva. Tannino elegante e finale persistente. Cosa chiedere di più ad un vino?

Il Valpolicella Ripasso Classico Superiore porta con sé, nella denominazione DOC, una serie di “attributi” il cui significato non è così immediato, vediamo da fare un po’ di chiarezza. Per prima cosa, e qui non ci piove, è “Ripasso” indicando con questo termine una precisa tecnica di vinificazione che prevede che il vino Valpolicella stia a contatto con le bucce delle uve usate per la produzione dell’Amarone. Segue la definizione “Classico” indicando con questo termine un vino realizzato con uve provenienti dalla zona di produzione più antica e vocata nell’ambito di una denominazione. Infine, questo Ripasso è “Superiore” in quanto caratterizzato da una gradazione alcolica più elevata rispetto alla versione base dello stesso vino (c’è poi un richiamo alla resa per ettaro ma non vorremmo tediarvi oltre…). Piaciuta la lezione? Promossi, ora potete bere il vostro Ripasso in tutta tranquillità!

21,50

Informazioni aggiuntive

Nome

Valpolicella Classico Superiore DOC Ripasso Biologico

Azienda

Regione

Annata

2018

Volume

Tipologia

Formato

750 ml

Uvaggio

, , ,

Luogo di Produzione

Vigneti sulla sponda orientale del lago di Garda- Bardolino

Vendemmia

Manuale, a settembre

Vinificazione

Fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Tecnica di vinificazione del Ripasso (il vino Valpolicella viene lasciato a contatto con le bucce delle uve utilizzate per la produzione dell'Amarone)

Affinamento

In barrique e tonneau di secondo passaggio per 24 mesi. Prosegue poi l’affinamento in botti da 25 hl per altri 24 mesi

Con gli occhi...

Rosso intenso con eleganti riflessi granati

Con il naso...

Elegante, fine e complesso. Note fruttate di marasca e frutti del sottobosco

Con la bocca...

Pieno, corposo, equilibrato e persistente

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

Da 5 a 10 anni

Abbinamenti

Con formaggi mediamente stagionati, salumi, arrosti in genere, carni alla brace, primi piatti a base di selvaggina

Qualche idea ai fornelli

Bigoli al ragù d'anatra, Pasta e fagioli, Risotto con zucca, radicchio rosso e Monte Veronese, Pappardelle con funghi porcini, Paccheri con salsa di zafferano e guanciale, Tortelli di zucca al burro fuso e salvia, Tagliata di manzo al Valpolicella e funghi porcini, Guanciale al forno con crema di patate, Carrè di agnello con erbe aromatiche e carciofi, Filetto di manzo alla griglia con patate al forno, Galletto in salsa barbecue con patate arrostite, Fegato di vitello con cipolle alla veneta, Uova all'occhio di bue con tartufo nero

Il suo formaggio

Asiago d'allevo DOP stravecchio

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This