Manzoni Bianco “Fontana Santa” Vigneti delle Dolomiti IGT 2019 – Foradori

Manzoni Bianco “Fontana Santa” Vigneti delle Dolomiti IGT – Foradori

La vera scoperta, di questo gioiello di cantina, è un incrocio Manzoni bianco di tutto rispetto, dal giallo paglierino intenso e luminoso. Il respiro è fresco, complesso ed armonico con note di frutta gialla matura, fiori esotici, miele e spezie. All’assaggio è ampio, elegante e dotato di una splendida sapidità. Sorprende fino alla fine, dove regala grande mineralità e freschezza. Oltre al Manzoni Bianco di Foradori, i capolavori in “rosso” di Elisabetta Foradori sono noti e apprezzati dalla maggior parte degli amanti del vino.

Se l’unico Manzoni che conoscete è legato a rami del lago di Como, matrimoni sgraditi, curati di campagna dal cuore pavido e prepotenti signorotti delle campagne lombarde, oggi ve ne presentiamo un altro. Siamo negli anni ’30 quando il Prof. Luigi Manzoni- direttore della Scuola Enologica di Conegliano- grazie ad una serie di esperimenti, incrociò il Riesling e il Pinot Bianco dando vita ad un clone che, in suo onore, ancora oggi porta il suo nome: Incrocio Manzoni o semplicemente Manzoni Bianco 6.0.13. Una vera chicca, per palati curiosi che Elisabetta Foradori, con le sue mani di fata, ha saputo trasformare in un piccolo, grande capolavoro.

 Clicca qui per scoprire gli altri vini di Foradori presenti nella nostra vetrina!

In riassortimento

19,00

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Manzoni Bianco Fontana Santa

Azienda

Regione

Annata

2019

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Vigneto Fontana Santa, Mezzolombardo (Trento)

Vendemmia

Manuale, a partire dalla metà di settembre

Vinificazione

Fermentazione in vasche di cemento, con macerazione di 7 giorni sulle bucce

Affinamento

12 mesi in botte di acacia, poi in bottiglia senza chiarifiche e filtrazioni

Con gli occhi...

Giallo paglierino carico e luminoso

Con il naso...

Fresco, complesso ed armonico. Note di frutta gialla matura, fiori esotici, miele e spezie

Con la bocca...

Ampio, elegante con un’ottima sapidità. Grande mineralità e freschezza anche sul finale

Temperatura di servizio

8-10 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

2/3 anni

Abbinamenti

A tutto pasto. Perfetto con antipasti, primi e secondi piatti a base di pesce e crostacei. Con formaggi freschi

Qualche idea ai fornelli...

Crostini dorati con baccalà mantecato, Guazzetto di totani piccante, Ravioli di branzino con carciofi e maggiorana, Riso venere con gamberetti e zucchine, Paccheri con zucchine e bottarga di Cabras, Fusilloni con crema di melanzane e pomodorini al forno e ricotta salata, Salmone al forno in crosta di patate e zucchine, Filetti di ricciola con patate, pinoli e olive nere, Carpaccio di pesce spada con pepe verde e rosa, Bocconcini di pollo caramellati alla soia, Petto di pollo alla senape e erbe aromatiche

Il suo formaggio

Casolet (con gherigli di noce)

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This