Barolo DOCG “Le Coste di Monforte” 2016 – Cascina Amalia

Barolo DOCG “Le Coste di Monforte” – Cascina Amalia

Ecco a voi il Barolo DOCG Le Coste di Monforte di Cascina Amalia. È il primo Barolo singolo vigneto prodotto da Amalia Cascina in Langa nel 2010, una selezione di uve del prestigioso vigneto Le Coste di Monforte d’Alba. Le uve nebbiolo trovano la loro massima espressione nel Barolo, un vino della tradizione che rappresenta al meglio il patrimonio enologico italiano nel mondo. Infatti, le Langhe fanno parte, da giugno 2014, della World Heritage List dell’Unesco, l’elenco dei luoghi più belli del pianeta. Dunque, Amalia Cascina in Langa è un esclusivo punto di partenza per avventurarsi alla loro scoperta.

Amalia si trova a Monforte d’Alba (Cuneo-Piemonte), uno dei più interessanti centri storici delle Langhe. Essa nasce nel 2003, quando la famiglia Boffa rileva una cascina dei primi anni del 1900 insieme ai vigneti che la circondano dove si producevano vini tipici del territorio: il Dolcetto e la Barbera.

Clicca qui per scoprire gli altri prodotti di Cascina Amalia presenti nella nostra vetrina!

41,00

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

Le Coste di Monforte

Azienda

Regione

Annata

2016

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Monforte d'Alba (Cuneo)

Vendemmia

Manuale ad ottobre

Vinificazione

Macerazione a cappello emerso con rimontaggi giornalieri per circa 20 giorni. Fermentazione malolattica

Affinamento

In barrique per 12 mesi e dopo per 20 mesi botti da 26 hl. Segue poi l’affinamento in bottiglia.

Con gli occhi...

Rosso rubino con riflessi granata

Con il naso...

Intenso e persistente. Sensazioni floreali, frutti rossi. Le note del rovere regalano cremosità e complessità

Con la bocca...

Grande struttura e persistenza. Tannino fitto e compatto che tende ad addolcirsi con l’affinamento

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

15/20 anni

Abbinamenti

Con carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati

Qualche idea ai fornelli...

Tortelloni ai funghi porcini con culaccia e noci, Lasagnette croccanti al ragù d’anatra e crema di parmigiano, Tagliatelle con ragù di fegatini, Vellutata di zucca con briciole di amaretti, Brasato al Barolo, Stinco di agnello al forno, Guanciale di vitello in salsa di vino rosso, Filetto con salsa al Porto, Filetto in salsa di Roquefort, Sottofiletto con verdure di stagione, Guancia di manzo brasata al Barolo

Il suo formaggio

Castelmagno DOP (con miele di tiglio o melata di quercia)

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This