Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG Biologico “S. Marziano” 2017- Poggio Ridente

16,00

Dai vigneti di Viarigi, nel cuore del Monferrato, provengono le profumatissime uve Ruchè che danno vita a questo seducente Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG “S. Marziano”, tutto biologico! Colpisce lo sguardo con il suo rosso rubino vivace, dai delicati riflessi violacei. Accarezza l’olfatto per le sue inconfondibili note aromatiche fruttate e floreali di lampone, rosa e fragoline di bosco. Premia, inoltre, l’assaggio per il suo corpo asciutto ed estremamente piacevole. Si fa, infine, ricordare per la grande persistenza e l’ottima aromaticità che lo rende davvero irresistibile.

Accanto ai floridi vigneti di Viarigi sorgono la Torre dei Segnali e la piccola chiesetta dedicata a San Marziano, da cui prende il nome questo Ruchè tutto da scoprire. La storia di questi luoghi è secolare e risale fino al 1300, epoca di costruzione della Torre che nel corso dei secoli passa in proprietà a famose e nobili famiglie come le casate di Biglione, Ferraris e Todini. La chiesetta ha, invece, un sapore ancora più antico e le più datate testimonianze della sua presenza risalgono addirittura all’anno 1041, anno in cui compare in un documento redatto dall’Imperatore Enrico III. Se avete la fortuna di abitare vicino al poetico Monferrato, una gita vale davvero la pena. In caso contrario avete sempre la possibilità di degustare un ottimo Ruchè che saprà farvi viaggiare sulle ali del tempo.

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Nome

San Marziano

Azienda

Regione

Annata

2017

Volume

Formato

750 ml

Tipologia

Uvaggio

Luogo di Produzione

Vigneti in Viarigi- Asti

Vendemmia

Manuale, nella prima metà di settembre

Vinificazione

Vinificazione tradizionale delle uve in purezza con macerazione di 8/10 gg

Affinamento

Sosta in acciaio per alcuni mesi

Con gli occhi...

Rosso rubino vivace con unghia violacea

Con il naso...

Aromatico, fruttato e floreale. Note di lampone, rosa e fragoline di bosco

Con la bocca...

Secco, asciutto e molto piacevole. Buona persistenza ed ottima aromaticità

Temperatura di servizio

18-20 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

3 anni

Abbinamenti

Con piatti saporiti e speziati, anche etnici e, se servito fresco, a preparazioni ittiche. È stupefacente abbinato alla tipica torta di nocciole di Castagnole, come vuole l’antica tradizione

Qualche idea ai fornelli...

Carne cruda di Fassona battuta al coltello, Torta salata con toma, cipolla e uvetta agrodolce, Crostini di pan brioche con patè di fegato d’oca, Crespelle delicate con besciamella e fiori di zucca, Crema di zucca con guanciale affumicato, Gnocchi di patate al Castelmagno, Filetto lardellato con rosti di patate croccante, Filetto di maiale con radicchio brasato, Filetto in salsa bernese e broccoli gratinati, Costolette di agnello con cipolline in agrodolce, Bollito misto con le sue salse, Polpo spadellato con crema di ceci e pomodorini

Il suo formaggio

Raschera DOP (con confettura di cipolle rosse di Tropea)

Pin It on Pinterest

Share This