Vespolina Colline Novaresi DOC “La Mostella” 2019- Torraccia del Piantavigna

Se siete alla ricerca di un vino particolare e dalle caratteristiche inconfondibili abbiamo il prodotto giusto che fa per voi. Se siete invitati ad una cena e volete stupire gli amici seguite il nostro consiglio; è facile, infatti, fare bella figura con una spumeggiante bollicina o con un raffinato Champagne… Portate, invece, e degustate con gli altri commensali la Vespolina Colline Novaresi DOC “La Mostella” dell’azienda piemontese Torraccia del Piantavigna, vedrete che gran figurone. Un vino unico, bello da guardare per la sua innata luminosità ma che esprime tutta la sua particolarità all’esame gusto-olfattivo dove emergono nitide e precise, inebrianti note di pepe nero. Il tannino è portentoso ma sempre piacevole, caratteristica che rende questo vino adatto ad accompagnare piatti grassi che compensino la sua astringenza.

Ma vediamo, ora, di conoscere un po’ più a fondo le caratteristiche di questo vitigno autoctono piemontese (ma che a tratti possiamo incontrare anche nella zona dell’Oltrepo Pavese). La Vespolina, chiamata anche Ughetta o Balsamina, è un vitigno che deve il suo nome al fatto che le vespe sono estremamente attratte dalla dolcezza dei loro grappoli una volta maturi. Generalmente considerato come vitigno da taglio, Torraccia del Piantavigna ha scommesso, invece, su un prodotto che vede la Vespolina protagonista unica ed incontrastata. La scommessa è stata vinta!!!

5 disponibili

15,00

Informazioni aggiuntive

Denominazione

Colline Novaresi DOC

Nome

Vespolina Colline Novaresi DOC "La Mostella"

Azienda

Regione

Annata

2019

Volume

Tipologia

Formato

750 ml

Uvaggio

Luogo di Produzione

Vigneti in località Poncioni nel territorio di Ghemme (Novara)

Vendemmia

Manuale, in cassetta, a fine settembre

Vinificazione

Pigiatura soffice dell’uva. Macerazione e fermentazione alcolica a bassa temperatura

Affinamento

12 mesi in acciaio. 4 mesi in bottiglia

Con gli occhi...

Rosso brillante e luminoso

Con il naso...

Vinoso, elegante e complesso. Sentori leggermente balsamici e speziati, con note di frutta rossa. Ben evidenti le note di pepe nero

Con la bocca...

Fresco e ben equilibrato. Tannini importanti. Perfetta corrispondenza gusto olfattiva per un finale lungo e persistente

Temperatura di servizio

16/18 C°

Formato del bicchiere

Longevità del vino

2/3 anni

Abbinamenti

Ottimo con salumi e formaggi. Data la sua spiccata tannicità ben si accosta a piatti grassi ed importanti

Qualche idea ai fornelli

Vitello tonnato con frutti del cappero, Flan di cavolfiore con fonduta, Battuta di fassone al coltello, Carpaccio di petto d'oca affumicato, Ravioli del plin al sugo d'arrosto, Tagliatelle con ragù bianco di cinghiale e tartufo nero, Gnocchi di patate con formaggio caprino, granella di nocciole e miele, Crespelle con asparagi e fonduta di Parmigiano, Pappardelle al ragù di coniglio e fiori di zucca, Tajarin con salsiccia e porri, Risotto al Castelmagno, Guanciale di vitello brasato al vino rosso, Filetto di maiale alla senape con patate, Lumache in umido,

Note

Contiene Solfiti

Pin It on Pinterest

Share This